Salottino cooking

Salottino cooking

Undicesima tappa di #salottinoitinerante

In questa serata di novembre siamo stati ospiti di uno dei nostri ristoranti preferiti: la Locanda della Fortuna di Bertinoro

Come per #salottinointernational, il giorno di ritrovo è stato il martedì

Questa volta abbiamo parlato di cibo, dieta e nutrizione con un ospite d’eccezione: la dietologa Sara Biondi

Stessa netiquette di sempre: cibo e bevande generosamente offerte

 

I salottiniani della serata e i loro cibi preferiti:

Sara: è dietologa e ama la carbonara.
Thomas: si occupa di social media e  non può fare a meno di pasta tonno e forma.
Daniela: è consulente agli investimenti. Il suo cibo preferito è il sushi.
Isabella: fa l’avvocato e mangerebbe sempre pasta e pizza.
Valeria: lavora presso Dental Trey. Al primo posto mette pasta e gomasio.
Alice: si occupa di tecniche di vendita e le piacciono le cose che lievitano.
Alessandra: organizza eventi e ama i piatti a base di pesce.
Alessandro: è allenatore di calcio. Non può fare a meno di pasta, pizza e dolci…mentre farebbe benissimo a meno di funghi e verdure.
Francesca: è dietista e vive per il mascarpone.
Chiara: è studentessa e adora la pizza al tartufo.
Giacomo: è responsabile commerciale. I suoi cibi del cuore sono pizza e sushi.
Gessica: fa la programmatrice e ama la pizza.
Mattia: è progettista. Gli piacciono i broccoli arriminati.
Sabrina: fa l’insegnante e andrebbe avanti di sole patatine fritte.
Silvia: è professional organiser e non ha dubbi sul suo cibo preferito: la pizza.
Cristian: è falegname e mangia sempre tutto tranne il pesce.
Dorina: è studentessa ed educatrice. Mangia tutto.
Luca: è proprietario di un bar/gelateria/pizzeria. I suoi cibi preferiti sono patate e piadina.
Valeria: è studentessa e ama i dolci, il sushi e la pasta.
Andrea: fa il cuoco e adora i risotti.
Gianluca: lavora nel web. Al primo posto mette risotti e piatti orientali.
Andrea: si occupa di produzioni video. Il suo piatto preferito è spaghetti aglio, olio e peperone dolce.
Nicole: si occupa di comunicazione visiva. Ama i risotti e la cucina orientale.
Licia: è visual designer. Ama tutte le pietanze che iniziano con la P (pasta pizza patate …).

salottino cooking

 

Quando salottino si immerge nel cibo…

Il ritrovo di novembre ha avuto luogo all’interno dell’accogliente ristorante di Bertinoro “La Locanda della Fortuna”, che in poco tempo si è riempita di belle #faccedasalottino.

cooking salottinoQuesto mese abbiamo trattato uno dei temi che più ha scaldato gli animi della popolazione italiana nel 2015: il cibo. É diventata, infatti, quasi una moda quella di discutere su nuove diete miracolose, sull’arte culinaria e su quali siano gli alimenti realmente sani e quali, invece, quelli da evitare assolutamente. Insomma, un argomento così sentito a livello nazionale non poteva che diventare uno tra gli argomenti prescelti per il nostro salottino itinerante!

A dirigere la serata è la giovane dietologa Sara Biondi che, per sciogliere il ghiaccio, ci propone un test a risposta multipla, il cui risultato ci dice se le nostre abitudini alimentari sono sane o vadano, invece, riviste al più presto.

Ovviamente la maggior parte dei salottiniani ha ricevuto feed back positivi!

In seguito, la nostra nutrizionista ci insegna un semplice trucco per capire quanti Kg di cibo abbiamo assunto in totale nella nostra vita:

Per gli uomini: 3 Kg x (365 x la propria età)

Per le donne: 2 Kg x (365 x la propria età)

Il dialogo:

Durante la serata, ognuno dei partecipanti ci spiega la propria opinione e ci racconta la propria esperienza personale riguardo a dieta, cibo e salute. Interviene Alessandro, allenatore di calcio, raccontando la sua esperienza negli Stati Uniti. Una volta arrivato negli USA, ha realizzato quanto nel nostro Paese sia più semplice condurre uno stile di vita sano con una dieta corretta.

“I miei colleghi sono rimasti basiti quando gli ho detto che cucino!” Alessandro

In America e in altri Paesi è diventato impensabile l’idea di non mangiare cibi pronti. Poche persone sanno cucinare e spesso le case non possiedono nemmeno le cucine! Nonostante l’Italia si guadagni una tra le prime posizioni mondiali a livello di salute e nutrizione, Sara ci illustra quali abitudini alimentari sarebbe meglio adottare per raggiungere, davvero, una salute invidiabile. Inoltre, durante la serata, la nostra nutrizionista sfata alcuni miti riguardo ad alcuni cibi ritenuti da tutti alimenti sani ma che, in realtà, non lo sono poi così tanto (un esempio ne è la farina di Kamut, farina creata in laboratorio).

nutrizionistaSi passa, poi, a parlare di alcuni problemi psicologici legati all’alimentazione. Spesso, ci spiega Sara, subire un ricatto legato al cibo durante l’età infantile, ci renderà dipendenti da esso.  Ad esempio, se quando eravamo bambini un genitore ci ha detto “Se fai il bravo potrai magiare la cioccolata”, è del tutto probabile che, una volta divenuti adulti, correremo a mangiare cioccolata sia per premiarci per ogni successo che per rincuorarci nei momenti di sconforto.

É, quindi, importante evitare questo tipo di strategia coi bambini per evitargli una sfrenata passione per un qualche alimento nel futuro. Tranquilli…esiste una soluzione anche per chi, questa “sfrenata passione”, l’ha già maturata! Sara ci rivela, infatti, che per riuscire ad ottenere un rapporto sano con il cibo basta equilibrare tre ingredienti:

  • attività fisica
  • rapporti interpersonali 
  •  sonno

 

Se si riesce a dosare al meglio questi tre ingredienti ogni giorno, non si sentirà più il bisogno di mangiare per noia o per nervoso!

Insomma, anche se è possibile leggere qualsiasi cosa riguardo a questo argomento, Sara è riuscita brillantemente nell’impresa di renderlo un tema nuovo, incuriosendo e assorbendo l’attenzione di tutti. Noi di Salottino siamo molto entusiaste di come sia andata la serata e delle tante nozioni acquisite in merito alla nutrizione. Tuttavia, c’è un pensiero che ci tormenta e che non riusciamo proprio a toglierci dalla testa: il pomodoro, quella bella verdura rossa che abbiamo sempre visto nei nostri orti, che abbiamo sempre mangiato e utilizzato per ogni piatto e che si sposa bene con ogni altro alimento, grazie al suo bel colore caldo….in realtà sarebbe giallo!!! Perlomeno ora ci è chiara l’origine del suo nome: “Pomo d’oro”!

 

No Comments

Rispondi